black mirror reale

Tag

, , , , , , , , , , , , , ,


ATTENZIONE SPOILER: di un episodio di Black Mirror.

In un episodio della serie Black Mirror che ho appena visto, in un ipotetico vicino futuro la gente ha la possibilità di memorizzare ogni cosa che vede e sente e rivederla a suo piacimento in stile videoregistratore, anche proiettandola in dispositivi esterni (televisori eccetera).

Il protagonista percepisce che la moglie lo ha tradito, vede e rivede cose in cui si, alla fin fine ha ragione… ma che gli causano un dolore infinito, nella cruda Verità di quanto accade, la lama più tagliente per un maschietto: la tua donna che fa sesso con qualcun altro, che ride quando lui parla, che è un po’ spenta per te. Lo vede e lo rivede, riavvolge e ha modo, non di avere un dubbio, ma di essere sempre più certo di non sbagliarsi. Alla fine scopre inganno su inganno ma di una donna che ormai lo amava? Comunque sbugiardata con durezza lei se ne va, lasciandolo con solo la verità e la ragione, in una casa fredda in cui può rivedere in totale vividezza gli stessi luoghi con lei dentro, nei ricordi videoregistrati, luoghi che allora erano scaldati da lei, dai suoi occhi che lo amavano.

Alla fine si strappa l’impianto per non dover mai più rivivere con nitidezza nulla.

Sono io.

Annunci

bastare a sé stessi #2837463847

Tag

, , , , , , , , , , ,


Quando ci siamo conosciuti, o poco dopo, lei mi disse che lei bastava a sé stessa. Si stava lasciando, aveva appena lasciato, il suo ragazzo. Voleva farsi me, mentre io cercavo di capire che cazzo succedeva e soprattutto non ero preparato ad una che voleva solo farmisi.

Comunque gliel’ho detto: io no. Io non basto a me stesso. Io non servo a un cazzo, non sono nulla. O forse si, sono un pezzo. Mi serve l’altro pezzo. Ho un totale bisogno di amore.

Ad un certo punto lei disse che si, anche lei era come me. Che non era vero che si bastava eccetera. E dopo un mese con il cazzo gigante che però non la amava era tornata da me. E voleva la storia vera e l’amore eccetera. Che poi dopo un tot di puntate avete visto, mi ha lasciato, non credeva che fosse mia ed io suo.

Ma resta così: io non basto a me stesso. Bisogno di approvazione? Bisogno di essere “parte di qualcosa”? Bisogno di piacere agli altri? Di essere qualcosa per qualcuno? Di essere “utile” ? Di riconoscimento? Forse tutte queste cose?  Continua a leggere

USB C, USB 3.1, XQD, ed altre nuove porte e schede

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


Uno schema abbastanza interessante trovato sul sito della Transcend (luogo dove, ricordo, lavorava Linus Torvalds, no, quella era Transmeta) riassume cosa siano alcuni standard nuovi come USB 3.1, superspeed, USB-C ed altre amenità che potrebbero interessarvi, con tanto di fotine delle varie porte e connettori. Lo trovate QUI.

vasectomia (2 settimane dopo)

Tag

, , , , , , , , , ,


Dovevano essere 10 giorni ma insomma, ne sono passati di più per motivi burocratici (eh! ma va?!!) e quindi sono andato alla visita di controllo. Tutto a posto, basta medicazioni cerotto e betadine, basta attenzione a tutto, a parte mettere incinte donne a destra e manca, dice il dottore. Ok, starò attento a questa cosa.

Per il resto posso tentare di vedere se funzia tutto. Tipo farmi una sega insomma. Ora in effetti ho un po’ di strizza che mi faccia male o che cazzo… esca uno zampillo di sangue o … insomma così. Comunque posso fare tutto, ha detto il doc.

Ho preso tempo nel caso che una sega sia la mia ultima attività sul pianeta. Sapete i maschietti… col pisello… tanta paura eh… Ma come? Ti fai fare un’operazione e adesso hai paura di una sega? Eh si. E allora? eh?

Ad ogni modo tra 1 mese spermiogramma, tra 3 un altro, tra 6 un altro e poi come disse quel mio caro amico, poi puoi verniciare le vagine di sborra tipo damigiana da dentro senza procreare stuoli di eserciti? Esatto, niente stuoli di eserciti. Così pare, caro amico dalla vivida immagine.

UPDATE: sega fatta! Anzi, ora che aggiorno, già due! Tutto a posto! Solo un po’ strano, ma cavolo dai, ho ancora i punti. Curiosità schifose? Lo sperma non è un’acquetta come me lo immaginavo, è sempre un po’ denso e vischioso. Ma meno, magari eh? Boh, a dire il vero. Per ora quello che mi da più fastidio sono i punti, che iniziano a urtare… so che si devono “sciogliere” e staccarsi da soli ma … uuuuuhhhh. Ecco 🙂

CineMAH presenta NON C’E’ PIU’ JUSTICE la recensione gentile di Justice League.


me ra vi glia 😀

Come Non Detto

La vedo grigia, anche perchè invece di scansionare le vignette le ho fotografate, me le sono ridotte e le ho postate su questo blog con il solo uso del cellulare. Quando si dice l’inventiva della disperazione. Spero apprezziate lo stesso. C’è chi, con gli stessi mezzi, fa dei film da due ore.

E comunque, bentornato, Buio.

davdavdavdavdavdigdigdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdavdav

dav

View original post

6 kg in meno

Tag

, , , , ,


Luiz Panza (che panza!)

Quando credevo di averla persa per la prima volta, ed elevandola a paradigma di quanto mi stava accadendo da decenni (essere uno sfigato senza amore, pur convivendo con un ex amore) comunque ho pensato a come mi sentivo meglio io, con me stesso: ovvero meno panzone di merda.

Ma comunque il punto è che tu puoi anche stare bene con te stesso, ma è appunto l’unica persona che potrai convincere a fare sesso con te. E siccome io di incularmi da solo non ho tanto piacere …

Sono quindi andato da una nutrizionista, non dottoressa, ma specialista de ‘sta roba e con la quale si è trovata bene un po’ di gente.

Niente di inaspettato, ma comunque volevo un parere esperto: basta alternare vita da vampiro con vita normale: o vampiro o normale. Sulla base di QUEL ritmo, ti costruisco la dieta sopra. Ok! Allora basta vampiro: visto che lo faccio per trovare qualcuno… e che voi umani continuate ad ostinarvi ad adattarvi ai ritmi circadiani… fissiamo la giornata normale, quella di giorno. Poi? Poi fare colazione: carboidrati abbondanti. Poi? Poi ANCORA carboidrati abbondanti a PRANZO, senza sughi pronti, mai più di nu cucchiaio di olio, piccola fonte di proteine. Verdure quante vuoi, servono a riempire la pancia. Caffé? Meglio max 3 al giorno e MAX con un cucchiaino di zucchero, ma meglio senza. Si, vabbé. Tra pranzo e colazione? Spuntino: un frutto grande o due piccoli. Oppure yoghurt magro. wow che festazza. Poi? Idem tra pranzo e cena. Ah ma la colazione va fatta tra le 8 e le 10 AL MASSIMO. Altrimenti salti. Cena? Cena VIETATI i carboidrati, al massimo 30 grammi di un piccolo panino. Ma per il resto PROTEINE! Tipo? Tipo carne! Tipo fagioli, lenticchie, uova … ma mica tutto mescolato. Dipende tutto dalla quantità. Ad esempio 2 uova + 100g di lenticchie. Poi niente roba grassosa tipo salsicce … oppure si, ma POCHISSIMO rispetto a quanto puoi fare con un affettato magro o fettine di carne. E quindi vedi tu. Tutto con aggiunta di quanteverdurevuoi per ilmotivodicuisopra.

Dolci, pane, panificati, prodotti da forno, sughi, creme e cremette, biscotti, torte, gelati… tutto NO. Ma due volte alla settimana fai il cazzo che vuoi.

Questo, circa, è quanto. Continua a leggere

ora mi odia (34ma puntata)

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


Siamo arrivati al classico “maledetto il giorno che ti ho incontrato“. Quando mi ha lasciato, lei, senza appello, mi ha chiesto esplicitamente “questa volta non bloccarmi, per favore”. Ok, le ho risposto, non ti blocco da nessuna parte, come vuoi, anche questo come vuoi.

Ieri ero costretto dalle circostanze a non dormire a casa, ma in studio, luogo che avevo iniziato ad amare perché ci “vivevo” con lei. Ero l’uomo più felice della terra osservando il soffitto industriale, la lampada al neon sopra di me, gli incroci di linee tristi e grigie… e pensando che non le trovavo più tristi e grigie: ero felice, felice e appagato, con la mia bimba tra le mie braccia, addormentata, accoccolata su di me in un modo che raramente è possibile tra uomo e donna, senza che qualcuno non abbia la circolazione bloccata. Felice.

Da solo, trovarmi di nuovo li mi ricorda lei, momenti felici, meravigliosi.

Ne ho fatta una foto/stato su whatsapp, perché me la ricordava, mi ricordava lei, mi mancava. Lei mi scrive “interessante” e poi parte a disprezzarmi, a dirmi “chi ti scopi adesso” … mentre io voglio solo lei, io non vado subito da qualcuno, io. Non lo faccio. Se qualcuno lo fa, tra noi, è stata lei. E non gliene ho fatta una colpa, mai. Dirlo a me… è meschino.

E’ arrivata ora a rinnegare ogni cosa, che se potesse tornare indietro non mi chiederebbe mai quel fatidico like che ci ha fatti incontrare. Quanto odio, anche se lei dice che mi ama ed è per questo che soffre così. Ma dove sta questo amore? io vedo disprezzo, non apprezzamento. Vedo lontananza, non voglia di stare. Lo so che è giovane. Mi accusa di essere causa del suo dolore, di fregarmene della sua solitudine (ma… sei andata via, bambina mia, mica ti ho mandato via! … e io, non mi hai lasciato solo? ti importa?) e poi ci mette dentro tutti i maschi del pianeta (i penedotati) eccetera. Ma io sono qui. Io ti aspetto, non sono andato via io. Sei tu e non torni. E ti lamenti che sei sola. Poi dopo avermi scaricato addosso merda, mi blocca. E se le scrivo su telegram, “lasciami in pace”. Ok. Lo faccio.

Ora sono uno stronzo, un mostro. Ma non ero una meraviglia? Chissà cosa diventerò nei suoi racconti ora, una specie di sirena-maschio che ammalia le povere malcapitate? Quando ci ha provato LEI? E io la adoro per questo. Ma cosa si inventerà la sua rielaborazione? cosa sta già facendo, invece di capire, tornare, calmarsi? Che guazzabuglio il cuore umano 😦

Purtroppo nel I secolo a.c. Catullo già aveva esperienza di questo sentimento doppio.

Canto della mia nudità


Cantiere poesia

nudita2

Guardami: sono nuda. Dall’inquieto
languore della mia capigliatura
alla tensione snella del mio piede,
io sono tutta una magrezza acerba
inguainata in un color avorio.
Guarda: pallida è la carne mia.
Si direbbe che il sangue non vi scorra.
Rosso non ne traspare. Solo un languido
palpito azzurrino sfuma in mezzo al petto.
Vedi come incavato ho il ventre. Incerta
è la curva dei fianchi, ma i ginocchi
e le caviglie e tutte le giunture,
ho scarne e salde come un puro sangue.
Oggi, m’inarco nuda, nel nitore
del bagno bianco e m’inarcherò nuda
domani sopra un letto, se qualcuno
mi prenderà. E un giorno nuda, sola,
stesa supina sotto troppa terra,
starò, quando la morte avrà chiamato.

ANTONIA POZZI

View original post

Finita, di nuovo. Per sempre? Per sempre. (33ma puntata)

Tag

, , , , , ,


Non so quanto sia passato. A me sembra un mese. Saranno due settimane, credo. Mi ha lasciato, di nuovo. Era sempre gelosa della mia ex, per una competizione che c’era solo nella sua mente. Avrebbe voluto estirpare dalla mia, di mente, il mio rispetto, il mio affetto per lei che, come per qualsiasi altra persona, non puoi tirarmi via a tuo piacimento, solo perché senti minacciato il sentimento di esclusività nei tuoi confronti, ma senza che lo sia davvero.

E’ piccina. Lo so. Me lo dovevo aspettare. Ma io ci ho provato. Continua a leggere