Tag

, , , , ,


Ieri ho commesso due errori che un nerd non avrebbe mai commesso. Ma un nerd sfigato invece vi racconta subito, in modo da togliersi il dubbio di essere o meno noiosi.

Ho cancellato una serie di immagini invece di usarle. Essendo in un concatenamento di sicurezza di backup, recuperarli richiede parecchio tempo: ho fatto l’unico errore umano che non dovevo fare. Tutte le altre puttanate erano previste.

Armato di poca pazienza (ieri era così) ho detto beh, dai, prendiamo un po’ di tempo e facciamo ordine in casa: toh, quel portatile son mesi che non lo collego… non si sarà neanche aggiornato e poi se serve a lei si incasina la vita; spetta che lo collego e lo lascio li. A parte le gatte (loro possono tutto) che lo accendono e spengono perché fa calduccio, il coglione qui presente si è scordato che c’erano TRE sincronizzazioni in cloud impostate in un modo stupido che avevo corretto mesi fa.

Tranne sul portatile.

In circa 6 minuti sono stati rimossi da TUTTI i miei computer circa 800 file. Con una certa tranquillità ho posto fine al massacro e mi sono messo di buzzo buono a capire come fare il disaster-recovery del disaster-recovery causato da un coglione: io. 

Dopo un bel pacco di ore a cliccare nel cloud per salvare le cose più importanti immediatamente, verso notte ho trovato la lucidità e recuperato tutto nei medesimi 6 minuti impiegati per fare il disastro. Sono quindi tornato al disastro precedente e me ne sono andato a nanna, consapevole che oggi avrei dovuto consegnare dei files a una modella.

Oggi parto e vado a consegnare il DVD: le chiedo di controllare appena arriva a casa che il supporto sia integro e leggibile. Quindi parto alla volta del concessionario auto per vedere che si può fare per il blocchetto dell’accensione che fa i capricci e vedere di reclamare un kg d’olio gratis con sailcazzofferta che mi hanno detto quando ho comprato l’auto. Mi accorgo che sono fuori di 2 mesi. Ok, forse ci arrangiamo, comunque chiedo: sono 200 euro di tagliando. Zio Borges. Chiedo se posso pagare il mese prossimo con tutta la gente che mi sente fare il pezzente (ma ho rinunciato a tacere su questo: dobbiamo smetterla di fare i Conti e fare i conti). Si.

Passo in studio: alla cooperativa non c’è più il caffé gratis. Vabbé, ho scroccato per mesi.

Vado al supermercato: questo mese faccio la spesa come la mia bisnonna: volevo comprare : cracker, limone, uova, zucchero – fine.

Arrivo alla cassa, passo il bancomat. Transazione negata, negata, negata, vabbé le lascio la spesa. Era passata la rata del mutuo; fine dei soldi.

BLIP: whatsapp: la modella mi dice che mancano mezze foto.

Arrivo a casa: guardo nella buchetta: lettera dall’ULSS. Sicuramente non dice che vogliono rallegrarsi con me per la mia splendida salute. Non la apro, di sicuro sarà una roba che mi sono scordato di pagare.

Controllo con l’home banking: sono sotto di 50 euro. Quindi la banca mi farà anche pagare pegno. Evviva. Il pagamento della connessione però passa tra 10 giorni.

Ottimo.