Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


Sia gli utenti di alcuni servizi (soprattutto online), che i dipendenti di lungo corso di un’azienda, specialmente se sono stati di … abbastanza-lungo-corso in una precedente azienda, sentono la puzza di morte quando non vengono risolti dei problemi, alcuni specifici problemi, quando perdi i contatti con chi se ne deve occupare, senti che per quanto si possa essere generalmente negligenti o noncuranti qualcosa sta cambiando e non è in bene.

Da dipendente magari vedi che per anni un certo acquisto od un certo obiettivo agognato per anni che era finalmente in dirittura d’arrivo immediatamente diventa negato con violenza e successivo silenzio. Moltissimi altri silenzi ti danno strane sensazioni. Informazioni negate, soprattutto.

Mancanze di comunicazione sono spesso molto significative sul lato cliente: considerando, più o meno tutte, le ditte il lato customer care un costo, per quanto vogliano mostrare il sorriso a 64 denti, di solito le comunicazioni vacillano, poi si chiudono, poi spariscono e ti trovi ben oltre il muro di gomma.

Dal tuo lato (di cliente) ti senti incazzoso come sempre. Tu che ne sai che il posto al quale ti stai rivolgendo è una scatola vuota che sta per crollare?

Dal lato del dipendente invece, se non sei completamente menefreghista, magari vorresti risolvere, spiegare. E invece devi spesso occuparti proprio di togliere di mezzo ogni modalità possibile, per il pubblico, di raggiungere la ditta. Non si tratta di cattiveria, ma semplicemente di non lasciare aperto quel vaso in cui ormai troppe gocce sono già traboccate. Inutile versarne altre.

In ogni caso l’incuria esterna generale degli edifici, già di suo, dà questa sensazione. Ve lo dico perché magari vi aspettate sempre che qualcun altro si occupi di : spazzare la neve, tagliare le erbacce, qualsiasi livello di erbacce, rasare l’erba, potare le piante, raccogliere le immondizie, spazzare i cortili. Ma queste cose bene o male le sanno fare tutti. Fatele. Il mondo che vi circonda puzzerà meno di morte. Fa bene anche a voi, fa bene a chi vi circonda. E quella che spendete è si la vostra fatica e nessuno ve la ripagherà, ma quando andate in giro e vedete l’incuria, il senso di abbandono, di disabitato … non vi fanno male? Non vi fanno sentire peggio?

Come sempre, fai tu quello che vorresti facesse il mondo.

In questo caso è possibile.

Annunci