Tag

, , , ,


Ho fatto una foto (che venderò) a Kiki per le campagne contro la violenza sulle donne: mi ha contattato su whatsapp per questo. Mi fa “devi fare una foto per campagne contro la violenza sulle donne?” E le ho chiesto di raccontarmi.

Kiki non è caduta dalle scale. A me non ha detto così. Mi ha detto chiaramente “il mio ragazzo mi ha spaccato la faccia”. Le ho solo chiesto – dato che la conosco un po’ – se avesse iniziato lei. Non le è estraneo l’uso della violenza … ma diciamo che la sua legge è “prendere le misure”: è una donna? è più grosso di me? è più forte? … queste cose da strada insomma.

Quindi, per quanto non fosse un buon atteggiamento di base, il suo, non ha iniziato lei. Comunque non ha nemmeno finito, lei. Nel senso che proprio non ha finito: lo ama ancora.

Cioè questi si sentono ancora a telefono e fanno i pucciosi. L’amore drammatico… ti amo ancora ma non posso, ecc.

Le ho presentato il futuro di quella foto: la rivedrai tra tre anni e penserai che vorresti non vederla? Che non vorresti ricordare quel momento del cazzo? Pensaci e vedremo. Io non la faccio subito, pensa.

Ci ha pensato e l’abbiamo fatta.

Non che lei non abbia subito denunciato il coglione ma… dice lei “si è mosso più velocemente di me e aveva già il culo parato con l’avvocato” … A un certo punto non so più a chi credere. Di solito chi vive a quel livello di disordine non te la racconta mai giusta. Kiki mi faceva tanto sesso. Ma ora mi fa tanta pena. E’ una piccola ragazza cresciuta in un caos, e modella la sua crescita con dell’altro casino, nel momento in cui dovrebbe avere SOLO del casino di base dentro di se e sbattersi con noi altri adulti quadrati e che “facciamo il nostro dovere” … odiarci, mandarci affanculo, volere la libertà e divertirsi eccetera. E piano piano accorgersi che se se non sei ricco qualcosa devi fare per campare e quindi ci vieni a patti. Solo questo dovrebbe essere il casino col quale avere a che fare.

Invece cresci in un casino, esci di casa ed hai altro casino. A divertirti vai dove c’è dell’altro casino … e quando torni è uguale. A scuola cheppalle appena c’è da studiare. Dove cazzo finisci?

😦

PS quella nella foto non è kiki, l’ìho presa da qualche cronaca in giro per il mondo… questo materiale non manca