Tag

, , , , , , ,


Un tipo che non vedo da anni mi dice di “passargli il CV via FB” ed usa frasi come “efficientare” ed “ho efficientato me stesso”.

Ho comprato invece il libro “L’utilità dell’inutile“.

Sapete già che su questo tema ragiono abbastanza spesso: la ricerca di efficienza, ovvero di “rispondere bene ai fini a cui dovrebbe servire” per me riconduce, per le persone, a essere valutati, in primis. Oltre a questo, la valutazione è esercitata in merito ad avere un fine, al servire a qualcosa…, ovvero sia all’essere utile.

E quindi a valutare un essere umano in base al fatto che possa essere utilizzato. Certo, “contribuire al buon esito delle cose” è bello. Ma nascere per essere strumenti … interessa?

Se vincessi la miliardata al superanalotto credo che buona parte del mio tempo sarebbe devoluta a cose che non si fanno, studiano, imparano, perché “serve”. Non amo tanto questo mondo commerciale… pur dovendo averci a che fare per bene.

Detto questo… pur essendo un momento difficile… sono fortemente spinto a non mandargli quel CV. Ma glielo manderò lo stesso.