me ra vi glia

Fools Journal

A metà strada tra una manta e un nido d’ape, una scultura di forma organica realizzata in acciaio con sottostruttura in cemento armato, una facciata di 300mila mq composta da pannelli in vetro e metallo con forature che permettono il filtraggio della luce. Tutto questo è il nuovissimo Terminal3 dell’aeroporto Bao’an di Shenzhen, in Cina, progettato dallo Studio Massimiliano Fuksas, il quale si è aggiudicato cinque anni fa il concorso per la sua realizzazione. Il terminal, dalle linee futuristiche e dalle geometrie fluide e dinamiche, fa così diventare l’aeroporto il quarto più grande del paese (dopo Pechino, Shanghai e Guangzhou) e incrementerà di oltre 56 milioni il numero di passeggeri che calpesteranno il suolo della città. Shenzhen, megalopoli di oltre 10 milioni di abitanti, sottolineerà dunque la sua importanza come polo industriale ma anche come meta turistica internazionale, grazie al suo skyline pieno di grattacieli e la sua…

View original post 5 altre parole