Tag

, , , , , , , , , ,


fb_ads_manage

Forse lo sapevate (potete andare: adieu!) , forse lo intuivate, forse non ne sapevate niente e vi chiedevate: “ma come fa a vivere un sito come Facebook, che è gratis, con milioni di milioni di utenti che fanno milioni di milioni di cose contemporaneamente ogni secondo da diversi annetti?”. Ovviamente ormai abbiamo imparato che tutto si regge sulla pubblicità: ogni cosa è pubblicità, gli introiti vengono da li e chi ha provato un po’ di queste cose talvolta sa anche che la pubblicità su internet tende ad essere un po’ più controllata: la gente desidera vedere immediatamente un ritorno del proprio investimento: questa campagna quanti potenziali clienti interesserà? Di che target si tratta? Posso renderlo più specifico? Che obiettivo posso raggiungere? 

Ecco, ovviamente, perché Facebook si fa così tanto i cazzi tuoi: come fa a profilarti e targettizzarti (belli questi verbi markettari eh?) se non ti trita il guappo chiedendoti i fatti tuoi? E tutti a giustificarli come se fosse roba da sicurezza nazioanale. Assolopuffamente no: “sss” ! Sono solo soldi. Tutto qui: loro creano un sottoinsieme del mare magnum degli ignoti e, per loro, “nati anonimi” utenti di internet e li fanno entrare in una scatola ben controllata. 

Per rendervene conto dovete semplicemente accedere a quel mondo: non sono solo le grandi aziende a poter fare domande come “qual’è il sentiment verso il nostro prodotto/marchio?” oppure “che cosa succederebbe se lanciassimo questo tal tipo di prodotto sul mercato?” oppure ancora “cosa è successo quando abbiamo lanciato quel tipo di …” eccetera.

Non solo loro. Anche voi. Anche noi. Anche io: l’ho fatto un po’ ed è effettivamente semplice ed alla portata di chiunque, con costi controllabili. Con pochi euro (ad esempio 8 al giorno) potete lanciare una campagna che abbia l’obiettivo di attrarre l’attenzione su un evento (evento FB, badate bene, mica quello vero, vostro) e misurare il bacino potenziale d’utenza, quindi quello delle effettive visualizzazioni, fino eventualmente al tracing puntuale di una certa pagina verso il quale desiderate attrarlo (che so: la pagina DOPO un acquisto, quella di ringraziamento).

Mentre vi servite di questo strumento comprendete bene che cosa realmente siano gli utenti di FB per quella piattaforma. Provate: sicuramente avete un amico che vorrebbe un po’ di pubblicità: finché FB è ancora di moda, provate a dargli una mano: lui la visibilità la guadagnerà di sicuro… e voi osserverete un meccanismo che non avreste voluto pagare per poter vedere. Provate😉 è interessante.