Tag

, , , , , ,


non sto bene

Ieri sono successe cose che mi hanno risvegliato l’ansia in men che non si dica, ma nel frattempo, per rispondere (xanax) al “prendere alla sera ed alla mattina” avevo almeno cercato di ristabilire cosa fossero “la sera” e “la mattina” spostando nuovamente il sonno in una zona almeno un pochino comprensibile e standard … circa.
Allora ieri sera (ore 1,30) prendo ‘sto Xanax della sera… mi alzo alle 6 per fare plin plin … e sento che barcollo come non faccio mai. Raggiungo l’obiettivo ed espleto, quindi torno a dormire. Mi sveglio ore 9.30 circa… mi piglio lo Xanax della mattina… e torno a dormire un po’ 30 minuti (è domenica) … mi alzo…
E sono rincoglionito… senso di ottundimento, giramento vago di testa, vaga difficoltà a mettere a fuoco… tutto un po’ rallentato…

CAZZOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO*

Ne ho bisogno: la prossima settimana sarò di fronte a MOLTE situazioni che ormai considero ansiogene.

Una di queste è nuova : un quasiamico mi ha messo in contatto lavorativo con un altro tizio… ma in un modo che , VE LO DICO, NON SI FA:

se volete presentare una persona A a qualcuno B, specialmente un posto di lavoro, non dite a quello B di aspettare una telefonata da “A” e poi a “B” sai sta aspettando la tua telefonata!
Perché così A è OBBLIGATO a fare quella cosa. E se hai capito che non sta tanto bene… (vedi Cri? Se uno NON CAPISCE fa come sa lui, come sente, come capisce lui!) … se hai capito, allora sai che quello gli manda il cuore a mille, esce di testa, gli parte l’ansia.

Il mio primo lavoro, il mio primissimo lavoro, lo feci così. E mi ha segnato la vita. Se ti rifiuti sei una merda, sei un ingrato, non vuoi lavorare, sei un fannullone, ecco e io che ti presento le persone … e l’altro, quello che aspetta la tua telefonata e prima di quel momento manco ti conosceva, SE NON TI PRESENTI, anche lui si farà un’idea – negativa ovviamante – di te.
E tu in tutto questo non hai alcun controllo!

Tu dì ad A che B esiste e che ha bisogno. Poi A si farà le sue ricerche, si informerà sulla serietà e il comportamento, cercherà di capire se lui stesso sia adatto e preparato… e poi chiamerà.

E questo fottuto Xanax invece di calmarmi come mi serviva… mi sta facendo girare la testa.

😦

E soprattutto ‘sta settimana avevo un casino di cose da fare, compreso andare da strizzacervelli di vario genere.

Cazzo.
Lo so, ragiono come uno fuori di mela.
Ma NON su quella cosa del presentare in un certo modo: quando vuoi dare una mano ad un amico che cerca lavoro, non devi poi giudicare le sue scelte: presentagli le opportunità, non è che tu abbia una responsabilità né che tu possa pretendere di avere delle aspettative sulle sue scelte: presentagli opportunità e lascia fare, casomai gliene presenterai all’infinito finché ti dirà “grazie amico, ho trovato!”.

Mentre ho delle ex colleghe che hanno fatto così con una: le hanno presentato due o tre possibilità: lei ha fatto le sue valutazioni (spendeva di più di quel che avrebbe preso, ma non lo ha detto alle colleghe) e quindi non è andata. E loro hanno deciso “allora io non le dico più niente”.
Ma che amica sei???

Si comunque ‘sto xanax boh. Forse devo mettermi di fronte ad una serie di situazioni che mi agitano… e allora lui riceve un degno antagonista e si bilanciano? macheccazzoneso.

Era proprio la cosa che ho chiesto a tutti: ma mi da senso di ottundimoento ecc??

tutti NOOOOOOOOOOO.
Pure il dottore, pure la mamma di X mi ha detto che lo prende come zigulì ogni volta che si agita un po’. Così, al volo, senza “mattina e sera”.

*Uffaaaaaaaaaaa, poffarbacco, per tutte le puffoline