Tag

, , , , , , , , , , ,


Questo consiglio vale per i giovani che oggi, per culo, hanno un contratto a tempo indeterminato. Bene, se siete ordinati, questo consiglio non vi serve. Ma se odiate la burocrazia, le cartacce e pensate che non ve ne importerà un fico secco, beh, iniziate a RACCOGLIERE SUBITO tutte le carte burocratiche di ogni tipo. Quando vi serviranno sarà passato così tanto tempo che non avrete idea di dove andarle a raccattare. Quindi: DOX ORDINATI per materia. E se per ora ve ne basta uno, tenete gli argomenti separati. Magarli lo aprirete solo ogni 5 anni, ma METTETE VIA TUTTO.

In particolare: mettete via una copia di ogni passaggio SCRITTO del vostro contratto di lavoro, anche più d’una, fate la scansione ed inviatevela via mail, salvatela in DROPBOX, ma insomma accertatevi, come ogni ricevuta di pagamento del bollo dell’auto, oppure i punti di “anzianità/contributi” riscattabili dagli anni di università … di averne PROVA TANGIBILE e mettetela via!!!

Perché è dopo anni, molti anni, che vi serviranno. Non quando non ci avete pensato. Dopo. Quando non potete più farlo.

Ad esempio? Ad esempio un’assicurazione che vi chiede un certo documento pena l’invalidare tutto. Ad esempio.
Fate il possibile e sarà tutto più facile.
Piuttosto che tenere mucchi di estratti conto… mettete via ALCUNE carte fondamentali. Raggruppatele per argomento… ficcatele in cantina… non lasciatele buttare ai genitori se vivete ancora con loro, poi quando non ci abiterete più vi porterete via le vostre scartoffie.