Tag

, , , , , , , , , ,


Dormire la mattina.

Forse per alcuni di voi efficientisti il mattino ha l’oro in bocca, quindi alzarsi scattare e darci sotto, tutto tempo guadagnato eccetera.

Per alcuni di noialtri, molti altri, il dolce dormire della mattina è uno dei piaceri naturali della vita. Il mattino ha si l’oro in bocca… ma perché è possibile dormire. Le coltri morbide, il regressus ad uterum, la bambagia, il dormire come un bambino, il motivo di filosofi ed economisti sul “perchè ci dovremmo alzare al mattino”. Se fossero tutti con la molla nel culo allo spuntar del sole questi discorsi non sarebbero esistiti: quindi fidatevi: dormire la mattina per molti è un piacere grande, talvolta una necessità, ma spesso è un piacere. Dormire TUTTA la mattina del sabato e/o della domenica, un piacere, sicuramente (spesso basterebbe alzarsi alle 9 od alle 10).

Io non ho mai visto l’universo parallelo od il continuum spazio-temporale del sabato mattina se non quando costretto a viva forza. Non sapevo quasi cosa fosse. O dovevo fare un lavoro, o qualche impegno pressante … ma tutto presto cadeva nell’oblio sotto le carezze degli altri sabati mattina.

Ora non più.

Quando mi svegliavo alle 5 di mattina era un piacere fare quella pisciatina e pensare “posso dormire ancora UN BEL po’” … Oggi non più. Ora la mia mente si attiva ed ha PAURA. Inizio a rigirarmi ed avere  il tormento, la temperatura va su e giù tanto da sudare e poi avere bisogno invece di una coperta.

E questo accade, invariabilmente ormai, anche il sabato.

Per chi non lo sapesse, alcune delle torture o dei metodi per piegare un uomo passano per il sonno. Questo per farvi capire che quando capita da sé, non è un bel vivere.