Tag

, , , , , , ,


Salve: per l’angolo del populismo del popolinismo: eccomi qui: non siete stati al bar perché vi hanno gambizzato? Eccovi qui un ottimo discorso da bar! O anche da sala d’aspetto del dottore.

Negli ultimi 5 anni ho sentito tanta gente affermare con decisione e pretendere con forza cose che non potrei che definire “socialiste”. Embé? – dirà qualcuno. Ecciairaggione direi io. Ma le persone che affermano o reclamano queste cosucce, di solito, dichiarano di avere avversione per la sinistra, “non si riconoscono nel pensiero di sinistra”, comunistiquaelà, maostalinmangiabambiniurss, non credo nei sindacati, non credo nella politica, io non vado a votare, èsempreilsolitoschifotantononcambianientechedifferenzavuoichefacciaio, e via cazzando.

Naturalmente se fosse vero che non fa la differenza, il tuo avversario non si muoverebbe. Un po’ come dire che il tuo avversario è nel giusto e qualche divinità gli assegna la vittoria su di te quando entrambi state seduti e non fate nulla. E invece no, naturalmente. Il lupo ogni giorno agisce: egue l’agnello, apre le fauci, non ha scrupoli, azzanna l’agnello, avanti un altro. L’agnello invece “tanto non cambia niente” e guarda la tv. Magari quattro agnelli con la mazzaferrata, metti mail il caso…

COMUNQUE dicevo: tutte queste personcine me le ritrovo a fare affermazioni che singolarmente sembrano estratte da “Aforismi dai compagni del comunismo: che fare? Tel dich mao!” … chi per una cosa, chi per un’altra. Fa sorridere. Le ultime due sono state: 1) le banche dovrebbero essere dello Stato 2) e poi dicono che c’è lo stato di polizia – fiscale – in Italia … ma magari!!!

E quest’ultima col “ma magari!” è stata detta da un ex-professionista ora pensionato. Uno che ha subìto tranquillamente studi di settore, iva anticipata, debiti dello stato verso di lui, ecc ecc. E che di sicuro ha fatto pure il nero. Eppure eccolo pronto a dire “venite, venite pure a controllarmi: ma se controllate me, allora dovete controllare tutti”. E con tutti si intende tutti: e senza preavviso, col mitra spianato: si controlla tutto e basta. Magari quell’imprenditore che ai dipendenti affibbia il fascistissimo “se non hai niente da nascondere che problemi ci sono?” quando fa stare un kapetto di reparto o d’ufficio a far sentire loro il fiato sul collo … ma loro vogliono un preavviso di quattro mesi e il mantello dell’invisibilità quando deve venire la finanza a controllare qualcosa e così per l’ispettorato del lavoro.

Poi sono gli stessi che dicono “eh, in queste condizioni ti credo che mandiamo il lavoro all’estero”.

Ma a voi non fanno girare i coglioni queste cose?

Sarebbe come se noi, a loro, come clienti, ci presentassimo dicendo “mi dai 10 di questi gratis? Come no? Ma come, non hai passione per il tuo lavoro? Sei solo un mercenario? Ma come, non hai l’etica del lavoro? Ma come, non hai voglia di lavorare? Ma come, vuoi sfruttare la mia buona fede? Ma… come, allora logico che la roba la comprerò dal cinese, tu non me la vuoi dare gratis… eh!”

Per me queste frasi sono il sintomo del male, di una corruzione endemica e diffusa, di un modo di vedere i rapporti come sfruttamenti e fregature, in cui se fai uno scambio alla pari hai perso e sei da deridere e disprezzare.

Ecco, io comunque lo appoggio il vecchietto della “ polizia fiscale” col mitra spianato. Io non mi posso in alcun modo opporre ad una ispezione di qualsiasi genere, non facilmente, non senza pagarla comunque – e ad ogni modo : perché? Se ci sono leggi assurde che mi rendono obbligatorio tenere uno scontrino per 20 anni altrimenti risulto un ladro, allora non mi sta bene: ma il tizio che venga a verificare questa condizione lo vorrei vedere sia da me che – soprattutto – da tutti gli altri; forse da me ci sarà un problema con uno scontrino da 3 euro, ma in altri posticini ci sarà evasione o truffa per miliardi.

Un po’ di rigore per i ladri grossi, perdio! Quanto tempo è che non restituiscono la refurtiva? Li beccano e i soldi non si vedono mai tornare indietro. E i manager con benefit giganti che non restituiscono mai niente? Se sono manager pubblici dovrebbero riprendersi tutto indietro.

Ma qui, noi forcaioli, proponiamo anche per il privato la seguente regoletta: stipendio e benefit separati, con un tetto massimo mensile di 5mila euro. Tutto il resto è benefit, ma ti verrà consegnato dopo 5 anni. Durante quei 5 anni si dovranno valutare i risultati a medio/lungo termine del tuo operato. Hai fatto stronzate per prenderti il benefit/bonus subito tagliando 10000 teste e dopo 2 anni siamo daccapo? ZAC, via il benefit!

Io il giro per tutti non lo pago, comunque, facciamo alla romana!

Annunci